Pretty Psycho Things

Sexpills

Tra la dimensione corporea, affettiva e culturale: cosa significa parlare di sessualità

Premessa:

ho scelto questa rubrica, nonché questo ulteriore percorso di specializzazione in sessuologia clinica, per approfondire con lenti diverse la complessità di quel microcosmo che è la sessualità del genere umano. In esso sono racchiuse infatti moltissime galassie che devono essere necessariamente esplorate; queste riguardano aspetti corporei, mentali, la questione del dolore, del genere,  ma anche tematiche legate maggiormente ad aspetti sociali, culturali, artistici, politici e legali (pensiamo alla questione delle parafilie). 

Ho scelto, inoltre, la sessualità, perché è un tema controverso;  forse è la parte che ci rivela di più di noi stessi ma, allo stesso tempo, quella che teniamo meno in considerazione. Anzi, diciamocela tutta: per moltə è ancora un grande taboo e quindi viene spesso nascosta sotto il tappeto.

sessuologia, psicologia della moda
Foto di Dainis Gravera, attraverso Pexels.com

PENSARE LA SESSUALITÀ

Oggi, come prima tappa del nostro viaggio insieme, ci soffermarmiamo sul concetto di sessualità ovvero sulle diverse implicazioni e significati che esso comprende e attraversa.

Provate a fermarvi solo per pochi secondi e, senza guardare quello che c’è scritto dopo, a dare un vostro significato a questo termine. 

Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando sentite “sessualità”? 

Sono pronta a scommettere che a gran parte di voi questa parola evoca fantasie erotiche o riferimenti a componenti anatomiche femminili e maschili.

LE ORIGINI DELLA SESSUALITÀ

La sessualità include sicuramente la componente biologica ma va oltre questa, includendo altre dimensioni specifiche dell’essere umano.

Il termine SESSO, deriva dal latino sexus, parola composta da us e secus, quindi dal verbo secare ovvero tagliare; nel suo significato, pone l’accento sulla differenziazione anatomica tra maschi e femmine. Dal 1920 in poi il termine sessualità comincia ad essere utilizzato per indicare un insieme strutturato di componenti diverse e interagenti, non solo genitali ma anche anatomiche, fisiologiche, psicologiche e sociali.

Infatti, nonostante si pensi alla sessualità come a un concetto essenzialmente legato a dati concreti, tangibili (es. l’atto sessuale) essa non può prescindere da elementi quali la società e la cultura di riferimento. 

SESSUALITÀ E SOCIETÀ 

La dimensione socio-culturale è il retroterra dove si innesca l’incontro e influenza indubbiamente le scelte e i comportamenti di due individui che entrano in relazione.  A questo punto, è fondamentale avviare un’altra riflessione; la dimensione sessuale si inserisce quasi sempre in una cornice relazionale. Potremmo dire che le due vanno di pari passo e si avvalgono spesso di un linguaggio evocativo, il linguaggio dell’immaginario, che attinge parallelamente ai ricordi dei singoli individui e al retroterra culturale di riferimento.

DATA BASE PER COMPRENDERE LA SESSUALITÀ

La sessualità fa parte a pieno titolo della nostra vita e ne costiuisce l’essenza. 

L’essere umano nasce sessuato; nel corso della vita  impara a  vivere e  a esprimere la propria sessualità in infiniti modi diversi, a seconda del suo reportorio emozionale e della sua storia personale. La sessualità penetra molti aspetti della nostra vita e attraversa tre dimensioni iportanti; quella riproduttiva, quella dell’erotismo e del piacere, quella relazionale. Essa è un insieme strutturato di elementi anatomici, fisiologici, psicologici e sociali. Comprende quindi il corpo, la costruzione sociale, la relazione interumana.

Gli elementi anatomici si riferiscono a corredo cromosomico, genitali, struttura muscolare e ossea, sviluppo pilifero  e distribuzione dell’adipe.

Quelli fisiologici, invece, comprendono la fisiologia della riproduzione, quella del piacere e quella della risposta sessuale.

Gli elementi psicologici sono percezione, volontà, memoria, responsabilità, intelligenza libertà, affettività e amore.

Infine, gli elementi sociali sono legati ai concetti di  tradizione, legislazione, costume, mass media, famiglia, religione, lavoro scienza, politica, arte.

Spero  che questa prima tappa del nostro cammino abbia fatto intravedere, da tende non troppo scure, la complessità degli aspetti sessuali; quindi, non potete assolutamente mollare la valigia qui, abbiamo bisogno di esploratori curiosi come voi.

Cosa vorreste approfondire di più sull’argomento “sessualità”?

Lasciate i vostri commenti, domande, dubbi nei commenti👇🏼

E raggiungete Pretty Psycho Things sul nostro canale ufficiale:

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI:

Rifelli G. e Moro P S (1995): Sessuologia Clinica. Vol 3 : Consulenza e terapia delle disfunzioni sessuali Clueb, Bologna.

Rifelli G. (2007): Psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale. Ed Scione. Rifelli G.

Rifelli G (2010): Impotenza sessuale maschile, femminile e di coppia. Ed Scione. Rifelli G. (2006): Frammenti di sesso. CIC Edizioni Internazionali

Articoli correlati
Psyclothing

La sostenibilità emozionale e gli effetti sull’autostima

Editoriali

La noia: da Angelina Mango alla Fashion Week milanese

Sexpills

Il tempo soggettivo dell’eiaculazione precoce

Psyclothing

Fashion FOMO: quando la Moda Diventa Fonte di Ansia e Stress

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *