Pretty Psycho Things

Surfashion

Time to go

show room, vita, trasferimento

Milano o la si ama o la si odia. Ed io non l’ho mai amata.

Ci ho passato tanti anni tra studi e lavoro e non l’ho mai sentita mia.

Quando mi proposero di restare da Dsquared2 rinunciai e tornai a casa, a Verona. Ma purtroppo il Covid era ancora nell’aria, c’erano moltissime limitazioni, soprattutto per quanto riguardava i viaggi e l’estero.

Per un periodo restai quindi a Verona, lavorano un po’ qua e là, per tenere la mente occupata e sopravvivere allo strazio degli infiniti mesi di coprifuoco.

Nel frattempo le cose pian piano miglioravano e nel Gennaio del 2021, per esattezza il giorno 15, feci la breve tratta Verona-Bergamo per accompagnare mio fratello e mia mamma all’aeroporto di Orio al Serio. Il primo partiva per tornare in Portogallo, dove viveva in quel momento. La seconda partiva per il Brasile per qualche mese per sfuggire al freddo invernale. 

Dopo averli lasciati alle partenze ripartii e passai tutto il viaggio di ritorno, per esattezza un ora e quindici minuti, a pensare che ci fosse qualcosa di molto sbagliato nella mia vita se avevo appena accompagnato due persone all’aeroporto e io, invece, me ne stavo tornando a casa, a Verona. Città dove ho vissuto la maggior parte della mia vita, ma che in qualche modo non avevo mai sentito mia, allo stesso modo di Milano.

Fu così che quel 15 di Gennaio cominciai a pensare a come fare per cambiare la mia vita. E 5 mesi dopo avevo la risposta in mano! Mi licenziai (si,ancora!) dal lavoro che stavo facendo in quel momento a Verona e decisi di partire con un biglietto di sola andata!

show room, lavoro, seller, surfashion
Pic by Ivan Dražić via Pexels

Più che un biglietto era una macchina piena di bagagli e il mio compagno a 4 zampe! Ma il concetto è lo stesso! 

Quello stesso mese di Gennaio avevo cominciato un corso di lingua francese. Un corso base, online visto che in presenza non era possibile in quel momento, una volta a settimana per un paio di ore.

Imparare il francese era sempre stato nella mia ‘to do list’ ma non avevo mai trovato il momento giusto. A Maggio terminai il corso e mi dissi che ormai avevo cominciato e dovevo andare fino in fondo, continuare a studiare la lingua fino ad ottenere un buon livello.

E qual è il modo migliore per imparare una lingua? Trasferirsi all’estero e praticare, praticare, praticare!

Fu così che decisi di partire per la Francia!

Ohlala!! 

show room, lavoro, seller, surfashion
Pic by element digital via Pexels

Seguici sui nostri social

Articoli correlati
Surfashion

Una city a settimana: in showroom tra Londra, Parigi e New York

Surfashion

Natale a New York. Shopping e saldi negli USA

Surfashion

ASAP. Il sogno 'affordable' di ogni ragazza

Surfashion

E giunse l'ora di Tom Ford. Una bolla di lusso

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *