Pretty Psycho Things

Sociology

Natale e società: come il consumismo riflette la cultura moderna

Il Natale è da sempre associato a gioia e condivisione. Scommetto che la maggior parte di voi ha visto Il Grinch, celebre film del 2000 basato sul libro di Dr. Seuss in cui un essere burbero cerca di rubare il Natale al villaggio di Whoville. Questo è uno dei tanti esempi cinematografici volti a sottolineare l’importanza della generosità, della compassione, della gentilezza e del senso di comunità durante il periodo natalizio.

christmas, natale, psicologia della moda, pretty psycho things
Fonte: Pixabay

GENEROSITÀ COME LEVA DELLA MODA

È su questo senso di generosità che l’industria della moda e del consumo fa leva, a dimostrazione del fatto che le festività non devono essere interpretate unicamente in quanto tali poiché riflettono aspetti sociologici e comportamentali che vanno al di là della celebrazione disinteressata.

 Alle aziende piace un po’ giocare coi nostri portafogli, diciamolo chiaro e tondo. Pensiamo al Black Friday e agli sconti che negozi online ed offline hanno applicato sui loro prodotti e servizi: c’è chi è stato lungimirante ed ha anticipato le compere natalizie e c’è chi (come me) dovrà prendere tutto a prezzo pieno. Oltre al danno, poi, pure la beffa, perché tutti quegli articoli saranno nuovamente scontati a Gennaio, in concomitanza dei saldi invernali!

christmas, natale, psicologia della moda, pretty psycho things
Fonte: Pixabay

DINAMICHE DEL CONSUMISMO NATALIZIO

È tutto pronto dunque per la corsa agli acquisti, amplificata ulteriormente dalle campagne pubblicitarie e promozionali delle aziende di moda e retail. Durante questa stagione, il dirompente desiderio di conformarsi agli standard sociali e la pressione per trovare il regalo ‘’perfetto’’ diventano particolarmente intensi, fin quasi a far perdere di significato il senso stesso del Natale. Le strade sono tappezzate di cartelli che gridano all’offerta speciale (che poi così speciale non è), i siti web promuovono sconti imperdibili a cui semplicemente non siamo in grado di resistere.

christmas, natale, psicologia della moda, pretty psycho things
Fonte: Pixabay

Le dinamiche del consumismo natalizio si intrecciano così con la cultura di massa, le influenze sociali e la psicologia del consumatore. Le campagne pubblicitarie creano un senso di urgenza e desiderio, spingendo le persone a fare acquisti e a partecipare al consumismo natalizio come forma di adattamento sociale e di celebrazione delle festività.

IL LATO BUIO DEL CONSUMO NATALIZIO

Tuttavia, il consumismo natalizio non è solamente da interpretare come fenomeno individuale, ma assume anche connotazioni di fenomeno collettivo, rivelando dinamiche sociali più ampie. La cultura di consumo influisce sul modo in cui la società percepisce e partecipa alle festività, oltre a sollevare importanti questioni sociologiche come, ad esempio, la creazione di identità attraverso il possesso, l’accumulo di beni materiali, la cultura del regalo come ‘’espressione d’amore” e il ruolo delle aspettative sociali nelle decisioni di acquisto. 

D’altro canto, chi non prova gioia a scartare i regali sotto l’albero? O soddisfazione quando il regalo scartato è proprio quello che volevi? Ciò a cui non pensiamo, però, è a come i regali che doniamo e riceviamo ogni anno possano accentuare le disuguaglianze socio-economiche, all’aumento di rifiuti causato dalle festività, allo spreco di cibo e al consumo eccessivo di risorse energetiche per mantenere accese luci e alberi di Natale. 

christmas, natale, psicologia della moda, pretty psycho things
Fonte: Pixabay

LE COSE IMPORTANTI A NATALE

Insomma, inutile negare che consumo e celebrazione natalizia non siano legati l’uno all’altra. Ovviamente, nessuno sarebbe disposto a rinunciare al proprio regalo sotto l’albero. Ciò che possiamo fare, però, è riflettere sulle nostre scelte di consumo. Fare un’opera di bene, aiutare chi è meno fortunato. Spendere più tempo possibile con i nostri cari. Fare scelte sostenibili e minimizzare lo spreco. Pensare al regalo in quanto pensiero per una determinata persona, e non in quanto specchio delle nostre possibilità economiche.

Proprio perché Natale è sinonimo di gioia ed amore non sono i beni materiali le cose a cui dare rilevanza, ma l’essere circondati da persone che possano condividere con voi un momento di unione e felicità. Ricordiamoci delle cose veramente importanti.

Buon Natale a tutti!

🎅🏼❤️

Restiamo insieme anche a Natale. Seguici sui nostri profili social

Articoli correlati
Sociology

Ma quand’è che le tendenze passano di moda?

Sexpills

Il tempo soggettivo dell’eiaculazione precoce

Teenbuilding

Specchi distorti: l'insoddisfazione corporea in adolescenza

Sociology

Shopping therapy: funziona davvero?

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *