Pretty Psycho Things

Sociology

Ma quand’è che le tendenze passano di moda?

sociologia, prete psycho things

Vi siete mai chiesti quando un trend smette di essere trendy? Quando il jeans baggy che avevate comprato il mese scorso, o la shoulder bag griffata che avete preso dopo mesi di riflessione e ripensamenti, all’improvviso sono diventati demodé? Come è successo?

Anche a questa domanda è possibile rispondere tentando di analizzare la tematica da un punto di vista sociologico. Innanzitutto, è bene mettere in evidenza che ogni tendenza non è altro che il riflesso diretto del comportamento della società in un determinato luogo e periodo storico e funge da specchio alle sempre più mutevoli dinamiche culturali, sociali ed economiche. Tuttavia, nell’era moderna, il nostro rapporto con i social media ha iniziato a giocare un ruolo cruciale nella formazione e nella diffusione dei trend di moda, accelerando i cicli e amplificando la diffusione delle influenze stilistiche. La portata dei trends ha assunto ben presto connotazione globale: influencers, celebrità e brand di moda hanno la possibilità di mostrare nuovi stili e idee ad un pubblico sempre più vasto e diversificato. È proprio l’accesso al grande pubblico ad aver dato il via ad un processo di vera e propria democratizzazione della moda.

Obsolescenza: quando un trend diventa vecchio

Se da un lato questo fenomeno ha consentito a sempre più persone di essere informate circa le novità del settore, la viralità e la velocità con cui le tendenze tendono a diffondersi portano inevitabilmente alla loro rapida obsolescenza. Più una tendenza diventa accessibile, più perde la sua esclusività, criterio necessario all’acquisto di un prodotto in una società spinta dall’irrefrenabile desiderio di differenziazione e unicità. L’impossibilità di stare al passo con tendenze sempre nuove e diverse porta all’instaurarsi di una profonda ansia sociale, acuita poi dai promotori di tali tendenze che, da ‘’early adopters’’, non fanno in tempo a pubblicizzare un prodotto che già ce ne mostrano un altro e così via, in un ciclo infinito.

sociologia, psicologia della moda, pretty psycho things
Picture by Pexels, Lum3n

Early adopters: i primi ad acquistare 

Con ‘’early adopters’’ si intendono quegli individui che utilizzano un prodotto prima degli altri. Dapprima, essi acquistano un capo o un accessorio ad un prezzo maggiore (trattandosi di un prodotto premium) allo scopo di elevare il proprio status sociale. Questa categoria di persone si assume per prima il rischio di adottare e diffondere un prodotto verso il proprio pubblico, causando di fatto un loop continuo di ascesa e caduta dell’estetica e un conseguente aumento del consumo da parte del pubblico.

Dunque, per rispondere alla domanda che ha dato vita a questo articolo: il trend smette di essere trend quando diventa mainstream. Questo processo può richiedere tempistiche più o meno differenti, ma si estende indistintamente a tutti i prodotti di moda. Avendo tutti i trend un inizio e una fine, è importante lasciarsi guidare dal proprio stile e dalle proprie preferenze a prescindere dalla moda del momento e ponderare meglio le proprie scelte d’acquisto.

È necessario chiedersi: questo capo mi piace davvero? Continuerei ad indossarlo anche quando non lo farebbe nessun altro?

Adesso, sono curiosa di sentire la tua.

Ti è mai capitato di acquistare qualcosa che è andato ‘’fuori moda’’ subito dopo? Raccontaci cosa ne pensi!

Seguici sui nostri canali

Articoli correlati
Sexpills

Insoddisfazione corporea: tra disforia di genere e  disturbi alimentari

Psyclothing

Il malessere nella Moda

Sexpills

Il tempo soggettivo dell’eiaculazione precoce

Teenbuilding

Specchi distorti: l'insoddisfazione corporea in adolescenza

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *