Pretty Psycho Things

Cromotions

Il linguaggio dei colori: nuovi stimoli per dipingerti di unicità

Qual è il tuo colore preferito?

Questa è una delle prime domande che i bambini si pongono tra un gioco ed un altro per iniziare a conoscersi e sono certa che se ti ponessi la stessa domanda anche ora mi risponderesti di buon grado ed in maniera quasi immediata, “di pancia”, il mio colore preferito è

COS’È IL COLORE?

Cos’è quindi il colore? Non ti darò in queste righe una spiegazione tecnica che sarebbe facilmente reperibile sul web ma ti porterò a vedere il colore in un’altra maniera: libera, unica, reale…in base al tuo punto di vista, quindi in maniera soggettiva. Ma anche in modo oggettivo, perché alcuni colori sono più simili a noi di altri, ma non per questo quei colori che ho chiamato “altri” non possono funzionare allo stesso modo per noi.

IL COLORE: STRUMENTO PER LA GESTIONE DELL’IMMAGINE

Mi presento, sono Laura e sono una consulente in comunicazione attraverso la valorizzazione dell’immagine; lavoro per le persone, dando strumenti pratici per fare si che siano in grado di diventare in breve tempo autonome nella gestione della propria immagine personale

Una di queste chiavi di lettura personali è proprio il colore!

Dicevo prima, il colore è uno strumento potentissimo, che se si sa utilizzare può smuovere la sensibilità altrui, l’altrui giudizio e quindi può farci raggiungere obiettivi in linea con le nostre necessità; questi sono alcuni dei motivi per cui insegno ad usarlo durante i percorsi unici legati all’immagine personale. 

Il colore è identità personale, linguaggio,  parla delle nostre relazioni e della nostra emotività, il colore spinge il nostro cervello prima, ed il nostro corpo poi, a comportarci in una data maniera, razionale o irrazionale che sia. Il colore è simbolismo legato all’ambiente in cui viviamo e differisce in base al paese in cui abitiamo, per rituali, superstizioni, religioni e molto altro.

COSA NON È IL COLORE?

Cosa non è il colore? Non è un elemento futile legato alla sola esteriorità, oppure un cliché, qualcosa che genera stereotipi e giudizi, fazioni e divisione, anche se questo accade ancora attualmente; non è sinonimo di superficialità e frivolezza perché attribuito solo ai vestiti, agli accessori o a scelte estetiche di ogni tipo.

PENSA AL COLORE COME:

Pensa se, a questo colore, come lo stai scoprendo sotto la sua superficie di nome comune, potessi aggiungere forme di abiti, tipologie di stampe e materiali, oppure tu potessi associarvi quasi immediatamente il viso di una persona o il suo modo di essere o un luogo meraviglioso in cui hai trascorso del tempo di qualità, e quindi rivivere, grazie al colore, quelle sensazioni di benessere del passato anche qui ed ora.

Prova ad aprire il tuo armadio e dimmi a cosa associ uno dei colori che vi trovi al suo interno. Se io apro l’armadio, trovo i rosa del tramonto e gli azzurri del colore del mare in Sicilia, i verdi della pineta del Gargano, e poi tutti gli altri colori che si armonizzano con il mio viso, creo dei mix unici che parlano unicamente di che persona sono…e di quella che voglio essere, perché no?

IL COLORE È TUO  

Beh, ti dico che tutto questo si può fare e ne parleremo proprio tra le righe di Pretty Psyco Things, ma per ora mi fermo a quella importante domanda, la base delle mie consulenze sul colore: quale è il tuo colore preferito? E, aggiungerei, a cosa ti fa pensare? 

Lascia la tua risposta nei commenti👇🏼 La leggerò con piacere e curiosità 💓

E raggiungi Pretty Psycho Things sul nostro canale ufficiale:

LC

Articoli correlati
Psyclothing

La sostenibilità emozionale e gli effetti sull’autostima

Cromotions

Il colore dell'anno e altre forzature cromatiche al pensiero

Editoriali

La noia: da Angelina Mango alla Fashion Week milanese

Cromotions

L'occhiale: l’accessorio maggiormente sottovalutato

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *