Pretty Psycho Things

Psyclothing

Fashion FOMO: quando la Moda Diventa Fonte di Ansia e Stress

Anastasia Giangrande, psicologia della moda, clothing therapist, fashion fomo

Nel mondo frenetico della moda contemporanea, l’accesso istantaneo alle ultime tendenze attraverso i social media e i siti dei brand può trasformarsi in una fonte inaspettata di ansia e stress.

Questo fenomeno, noto come Fashion FOMO (Fear of Missing Out), può avere un impatto significativo sulla nostra salute mentale. In questo articolo, esploreremo come il desiderio incessante di restare al passo con i trend può provocare ansia, preoccupazione e persino angoscia.

DEFINIZIONE DI FASHION FOMO

La FOMO (fear of missing out) è definito come uno stato d’ansia caratterizzato dal desiderio di essere costantemente informati sulle attività che svolgono le altre persone e dalla paura di essere esclusi da esperienze, eventi, contesti sociali gratificanti

Le collezioni moda vengono condivise sui social nel momento stesso in cui sono presentate; mediante i social i micro-trends diventano virali rapidamente e si alternano con uguale velocità; il desiderio di un prodotto non fa in tempo ad essere appagato che se ne forma subito un altro.

Si forma così la paura di perdersi i nuovi trend, di non essere al passo con gli altri; ci si sente esclusi dal gruppo (anche virtuale) sociale e si vive nella costante impazienza di accapararrarsi il nuovo trend.

Tutto ciò porta ad esperire ansia, angoscia, senso di inferiorità, senso di esclusione, depressione.

L’ho provato e vissuto anche io.

ANSIA E PREOCCUPAZIONE

Se ti ritrovi a navigare costantemente tra i siti di diversi brand alla ricerca delle ultime novità, potresti essere vittima della Fashion FOMO. Questo comportamento può portare a una costante ansia e preoccupazione di non essere abbastanza informati o aggiornati, contribuendo a uno stato ansioso cronico.

PAURA E ANGOSCIA FASHION INDOTTE

Passare lunghe ore sui social media, guardando gli haul dei creator e cercando di cogliere ogni micro-trend emergente può generare una paura costante di non stare al passo. Questa paura, unita all’angoscia di non essere abbastanza in trend, può innescare uno stato di angoscia persistente, causando disagio emotivo e psicologico.

Il sentimento di essere costantemente indietro rispetto ai trend, unito all’ossessione per le nuove tendenze che emergono continuamente, sono caratteristiche chiave della Fashion FOMO. Questo stato mentale può portare a una sensazione di inadeguatezza, di inferiorità, perdita di autostima e a un desiderio di aggiornare la propria immagine e identità di continuo.

EFFETTI COLLATERALI DELLA FASHION FOMO

Vivere nella costante paura di perdere i nuovi trend può avere effetti collaterali significativi sulla salute mentale. Ansia, angoscia, senso di inferiorità, esclusione e persino depressione possono derivare da questa incessante ricerca di essere sempre al passo con la moda e i suoi ritmi veloci ed esasperanti.

FASHION FOMO: RIMEDI

Personalmente, ho sperimentato e vissuto la Fashion FOMO: questo stato d’ansia legato alla moda, per un periodo fortunatamente breve, ha influito negativamente sul mio benessere mentale.

Dobbiamo sempre tenere a mente che i vestiti devono essere nostri alleati, devono servirci a prenderci cura di noi, a garantisci il benessere. Usare la moda per stare bene si può, sono necessari piccoli accorgimenti. A partire dalla presa di consapevolezza di cosa della moda ci reca malessere. E una volta individuato, modificarlo.

Navigare con consapevolezza e rispetto dei propri tempi e della propria identità attraverso le novità della moda è essenziale per preservare il proprio benessere psicologico.

Nei percorsi che effettuo, dò un ruolo centrale nell’osservazione di come si struttura la relazione con moda e abbigliamento, vengono fuori distorsioni, false credenze che inquinano il rapporto che ognuno ha con i propri abiti e con la propria immagine.

Per recuperare un rapporto sano con la moda e con l’immagine l’ideale è tornare ad una funzione di fashion for wellness anziché di un fashion for visual; può essere una delle chiavi nel mazzo necessaria per rompere il ciclo di ansia e stress legato al Fashion FOMO.

Seguici sui social

Articoli correlati
Histories

Yves Saint Laurent: i Pantaloni della Libertà

Psyclothing

La sostenibilità emozionale e gli effetti sull’autostima

Editoriali

La noia: da Angelina Mango alla Fashion Week milanese

Editoriali

La nuova moda inizia in edicola. Il ritorno del fashion for wellness.

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *