Pretty Psycho Things

Surfashion

Bonjour la France!

A fine Agosto 2021, feci le valigie, caricai in macchina il mio amico a quattro zampe e partii. Per un periodo presi una pausa dalla moda. Niente lavoro, niente collezioni e campionari, nessuno showroom, solo tempo per me stessa e per coltivare i miei interessi. Dopo i mesi passati con l’encefalogramma piatto a causa del covid avevo bisogno di cambiare aria.

Decisi di passare un po’ di tempo in Portogallo prima di trasferirmi in Francia. Passai quindi due mesi ad esplorare le spiagge selvatiche dell’Alrgave e di tutto il sud del paese, ma feci anche qualche road trip verso nord, Porto, Coimbra, Evora e pure in Spagna, Sevilla, Tarifa, Cadiz.

Giusto per aggiungere un paese alla lista, passai anche un pomeriggio a Gibiliterra, posto alquanto bizzarro! Un momento sei in Spagna e il momento dopo vedi pub, Mark’s & Spencer e cabine del telefono rosse! 

Surfers through Pexel

Terminati i due mesi di ‘vacanza‘ fu il momento di rimettersi in viaggio alla volta di Biarritz, sulla costa atlantica della Francia, nel Pays Basque, a 30km dal confine con la Spagna. 

La scelta di dove stabilirmi fu veramente casuale.

I criteri essenziali erano due: 1. una città piccola dove fosse facile fare amicizie; 2. un posto con molta natura dove fosse semplice la vita con un cane. Cercando tra le scuole di francese online capitai su una scuola, France Langue, che mi piacque e che aveva sedi in diverse città della Francia. Tra queste c’era Biarritz.

Guardai sulla mappa e scoprii che si trovava sulla costa, guardai l’indirizzo della scuola e vidi che si trovava a 50m dalla spiaggia. Decisi che mi piaceva! Prenotai così 2 mesi di corso di francese intensivo, tutte le mattine, e trovai un appartamento molto carino per quei due mesi, a due passi dalla scuola e dall’oceano. Tutto era perfettamente allineato!

Il piano era cominciare con quei due mesi, Novembre e Dicembre, e verso Natale decidere cosa fare. Restare a Biarritz, cambiare città, tornare a casa? Il foglio era bianco.

Ero libera di fare ciò che volevo. Ma mi ero posta un termine per godermi la vita senza responsabilità. Dal primo di Gennaio avrei dovuto cominciare a mettere in ordine le idee e cercare un lavoro. 

Portugal through Pexels

La risposta al ‘cosa fare’? Era semplice, restare a Biarritz! Dopo 24 ore che ero arrivata avevo già capito tutto. Sapevo che quello era il mio posto. Che lì avrei voluto costruire la mia nuova vita! In Francia, a due passi dall’oceano atlantico, in una città accogliente e multiculturale, tra local e turisti, gente in pelliccia e borsa di Hermes e ragazzi in muta, piedi scalzi e tavola da surf sotto braccio! 

Biarritz through Pexels

Restava però la questione lavoro. Che fare? Dove cercare? La lingua rappresentava ancora una barriera poiché non ero fluente.

Ma quando prendi le scelte giuste e fai i sacrifici necessari per andare avanti e reinventarti la vita lo sa e ti premia. E fu così che il lavoro perfetto arrivò senza neanche cercarlo!

Seguici sul nostro canale social

Articoli correlati
Surfashion

Time to go

Editoriali

La nuova moda inizia in edicola. Il ritorno del fashion for wellness.

Blog

La Gestalt nella Moda

Blog

Perché preferiamo il vecchio al nuovo?

    Iscriviti alla newsletter!
    Non ti preoccupare, neanche a noi piace lo spam!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *